mercoledì, 22 Settembre 2021

Valeria Magistro, la fashion Stylist che ha realizzato il suo sogno

di Redazione
"La moda deve avere al suo interno il caos e l’imperfetto libero"









"La moda deve avere al suo interno il caos e l’imperfetto libero." Si apre così l'intervista con l'influencer e fashion Stylist siciliana Valeria Magistro.
Sin da ragazzina sapeva che il mondo dello spettacolo era la sua strada, ma il palco non era la sua vita. Ciò che desiderava ardentemente, era vestire i personaggi del mondo dello spettacolo.
La moda è stata per la Magistro l'isola da raggiungere nonostante la tempesta, come lei stessa racconta: "Tutti vedono la parte finale della mia vita, ma ho pianto tanto nella mia vita e sofferto anche il bullissismo di tanti colleghi e amici"


Oggi Valeria è una donna che sta vivendo il sogno. Sogno che attraverso la propria pagina Instagram mostra ai suoi followers, ma soprattutto ai suoi studenti. Simbolo per loro di forza e resistenza nei momenti di gioia e di difficoltà.
Mignon McLaughlin sosteneva che: "Le donne di solito amano quello che comprano ma odiano i due terzi di ciò che è nei loro armadi" Verità più assoluta non poteva esserci e qui entra in gioco Valeria Magistro, giusto?
La moda muore nel momento in cui nasce quando la indossi il giorno già ti sei stancato è una cosa fisiologica e studiata che la nostra mentre quando ha quello che desidera poi si stanca. Chi ama la moda come me e conosce le infinite varianti che si possono ottenere nei prodotti moda si stanca facilmente perché ama il cambiamento. ma non tutte le donne sono così ci sono anche quelle che si accontentano, come lo fanno nelle relazioni come fanno nel lavoro ecc ma poi sono infelici… il cambiamento e la predisposizione ad esserlo è sinonimo di libertà emancipazione e felicità sempre.


Lei ha vestito e sta gestendo, i personaggi del mondo dello spettacolo. Ultima(ma non ultima) la giornalista Lucia Loffedro in "Mi manda Rai3". Ci racconti.
Sono molto emozionata di vedere  i miei style in una trasmissione così importante e con una giornalista di grande cultura come Lucia che ha capito e sempre amato il mio lavoro. Per me sicuramente una sfida, visto il mio taglio estremamente rock vestire una donna molto sexy come lei ma che ha bisogno di un taglio più serio visto l andata in onda della trasmissione fil sabato e la domenica alle 9 di mattina. Perciò ho pensato per lei look maschili, androgini come maison margela, movida roma che ha molti tagli maschili dei look e Silvia Nobili Couture con la quale collaboro ormai da tempo. Sicuramente Indosserà anche qualcosa disegnata da me e di questo no svelo nulla, seiguetelo nella mia pagina istagram. Lucia sarà sexy ma non troppo con tagli maschili e sensuali.


Come tutti noi ben sappiamo, la moda è un'espressione della nostra personalità, e di un determinato linguaggio. Linguaggio che si modifica di epoca in epoca o più semplicemente di società in società. Se Valeria potesse viaggiare nel tempo in che epoca si collocherebbe?
Gli anni 80 con jane fonda con un pizzico di rock degli anni 60. Grazie alle sue due grandi intuizioni , la mania del fitness degli anni '80 e la mania tech. Jane Fonda non ha inventato l’aerobica, ma uno stile. A tratti invece sono surrealista e mi rivedo tanto in elsa schiapparelli quindi gli anni 20 certamente anche se lo amo come tutto lo stile non negli anni 50 anche se amo le gonne a ruota di dior.

Prima di salutarla vorrei citarle nuovamente la canzone "Zingaro Felice"di Britti. Strofa in cui canta: "C'è uno zingaro nasco dentro il cuore di ogni uomo, quando molleresti tutto per andare via lontano..." Fu così anche per Valeria?
Francamente si ho un aspetto zingaro che trasferisco nel caos (sempre studiato) di stile. La moda deve avere al suo interno il caos e l’imperfetto libero ma francamente della mia vita non mollerei niente solo aggiungere sempre felicità perché quella purtroppo ogni tanto la perdo.








Ultime in Storie di donne
News correlate