Red Carpet
lunedì, 19 marzo 2018

Ricky Martin: "Versace ucciso dall'ignoranza e dall'odio"

di Mateo Ghidoni
Il cast di American Crime Story racconta l'importanza dello stilista italiano
Loading the player...

LOS ANGELES - American Crime Story: L'assassinio di Gianni Versace, ci ha raccontato la fine del grande stilista italiano, parallelamente al tragico percorso che ha portato il serial killer Andrew Cunanan ad uccidere la sua ultima vittima.

Il capitolo conclusivo uscirà venerdì 23 marzo su FoxCrime, ma il significato profondo di questa serie, resterà probabilmente a lungo nella memoria di molti spettatori.

Durante il red carpet di celebrazione dell’ultimo episodio, che si è tenuto a West Hollywood, Ricky Martin, Edgar Ramirez e le altre star della serie hanno spiegato il significato profondo della seconda stagione di American Crime Story e l’importanza di raccontare storie come quella di Versace, ancora oggi.

“Gianni era uno che rompeva gli schemi, una delle menti più brillanti del ventesimo secolo. Un uomo che ha dato identità a molte persone che si sentivano escluse, celebrando la sessualità invece di nasconderla” – racconta Edgar Ramirez, che lo interpreta nella serie.  

Ricky Martin sottolinea come, nel 1997, in pochi si fossero mobilitati per evitare l’omicidio: “Versace è stato ucciso dall’ignoranza e dall’odio. Le autorità si sono voltate dall’altra parte è invece di prevenire quel crimine, hanno lasciato che un grande artista venisse ammazzato, è frustrante”.

 

GUARDA IL VIDEO

 

Ultimi in video in Red Carpet
Ultimi eventi in Red Carpet
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.