Visti per voi
 
Nel film, diretto da Wally Pfister, anche Rebecca Hall e Morgan Freeman


Pochi giorni prima di iniziare a girare il thriller fantascientifico "Trascendence" il regista Wally Pfister ha incontrato due scienziati della Università di Berkeley.

Consultarsi con degli esperti nel corso della creazione di un film non è certo una cosa inconsueta a Hollywood, ma scomodare due scienziati non è cosa di tutti i giorni. Con  i professori Jose Carmena e Michel Maharbiz il regista ha passato in rassegna ogni particolare del suo progetto: i segnali elettrici del cervello, i limiti della nanotecnologia ed ogni altro particolare.

Pfister, alla sua prima esperienza alla regia ma molto conosciuto nell'ambiente per essere stato il direttore della fotografia di quasi tutti i film di Christopher Nolan, voleva infatti realizzare un film che, per quanto fantasioso, fosse anche credibile.
Il risultato è un film che racconta cosa succederebbe se la coscienza di una persona potesse essere conservata e potesse continuare ad esistere anche dopo la sua morte fisica.

Il film vede protagonista Johnny Depp nei panni di uno scienziato che diventerà oggetto del suo stesso esperimento e vede nel cast, oltre a Depp, anche Rebecca Hall, Paul Bettany e Morgan Freeman.
“Questo film parla delle più innovative frontiere dell'intelligenza artificiala -  rivela Freeman - Ma le cose si complicano quando la situazione sfugge di mano,  è questo il rischio che l’umanità corre ogni giorno, nella sua infinita propensione al progresso”.


La storia parla di una nuova frontiera scientifica nel campo delle sperimentazioni sul cervello umano e sull'intelligenza artificiale. Il dottor Will Caster (Johnny Depp) è il più importante ricercatore nel campo. Sta lavorando alla creazione di una macchina senziente che combini l’intelligenza collettiva con la gamma delle emozioni umane.
Caster rimane vittima di un gruppo terroristico contrario alla tecnologia, che, nel tentativo di eliminarlo, gli fornisce involontariamente l’opportunità di realizzare il suo progetto di trascendenza. La moglie Evelyn (Rebecca Hall) e al suo migliore amico Max (Paul Bettany), posti di fronte all’enorme dilemma etico, decidono di continuare la sperimentazione per provare in qualche modo a salvarlo, ma le loro peggiori paure diventano realtà quando la sete di conoscenza di Will si trasforma in un’ossessiva ricerca di potere. E cercare di fermare un super computer programmato per essere onnisciente non sarà cosa facile.

“C‘è una decisione forzata da prendere velocemente — dice Johnny Depp — Quando la persona che ami sta morendo e hai solo un istante per decidere non è facile prendere la decisione giusta. Se avessi le capacità di caricare la sua coscienza su un computer lo faresti?"

Ancora una volta, insomma, Hollywood sembra interrogarsi su dove possa eticamente spingersi il confine dell’avanzamento tecnologico prima di sfociare in conseguenze nocive per la stessa umanità.
“La mia speranza è che vedendo film di questo tipo la gente ci pensi due volte prima di osannare indistintamente qualsiasi conquista tecnologica - confessa il regista - e si fermi a riflettere su quello per cui potrà veramente essere usata e se sarà veramente utile all'umanità o potrebbe ritorcersi contro”.

“Pensate cosa succederebbe se quel tipo di intelligenza finisse nelle mani sbagliate - continua Johnny Depp, in questi giorni sulle pagine dei giornali soprattutto per il fidanzamento con la modella Amber Heard, di 23 anni più giovane di lui - Essenzialmente, stiamo parlando di immortalità. Il pericolo è quello di dare a qualcuno la possibilità diventare virtualmente Dio. Le conseguenze potrebbero essere devastanti”.

Distribuito da Warner Bros il film uscirà nelle sale giovedì 17 aprile 2014.
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime in Visti per voi
News correlate
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.