Gossip
mercoledì, 6 luglio 2016

Balotelli: “Vorrei stare di più con Pia, ma sua madre…”

di Simona Foti
Il calciatore parla anche di calcio: "Oggi non mi convocherei ma punto al Pallone d'Oro".


MILANO - "Fare il papà è bellissimo. Non posso avere Pia tutto il tempo perché la madre mette i bastoni tra le ruote, se l’avessi a casa con me tutto il giorno sarei la persona più felice del mondo": così SuperMario Balotelli racconta al Corriere della Sera il suo cambiamento da quando è papà della piccola Pia, avuta dalla ex compagna Raffaella Fico.

I rapporti con la ex non sono idilliaci, come il calciatore stesso spiega: "È lei che litiga, chiedendo soldi che non le spettano, pretendendo che incontri mia figlia solo in sua presenza. Due tribunali hanno detto che non ha ragione, solo che lei dice che le decisioni del tribunale sono “orientative” e quindi fa come le pare. Per fare incontrare almeno una volta Pia a mio padre prima che morisse, ho dovuto ottenere un ordine del Tribunale, perché la madre si opponeva".

MARIO BALOTELLI E TUTTI I PAPÀ TARDIVI: GUARDA LA GALLERY!



Il ritratto di SuperMario che emerge dall'intervista è quello di un uomo di venticinque anni che le esperienze hanno fatto maturare e crescere e che ora è in grado anche di ammettere gli errori fatti in carriera, per primo quello di non aver dato il massimo: "Fino a due anni fa mi accontentavo di quello che avevo. Facevo bene, sapevo di avere dei colpi, ed ero felice così. Non avevo in testa di migliorare, pensavo bastasse. Mentre da due anni a questa parte ho cominciato a lavorare seriamente, eppure i risultati non sono arrivati. Forse ho pagato i 23 anni precedenti. Però sono molto tranquillo. Sono consapevole che negli ultimi due anni cambiato da così a così".

Guarda anche: Tutti i nemici di SuperMario Balotelli 

Una resa non ottimale  che ha portato all'esclusione dalla Nazionale, per la quale Balo è dispiaciuto ma che giustifica e comprende: "Ho fatto due anni non ai miei livelli. Problemi fisici, altri problemi, non sono stato io. E Conte giustamente ha portato altri giocatori all’Europeo. Fossi stato in lui, avrei fatto esattamente la stessa cosa. Il vero Balotelli lo convocherebbe Conte, Ventura, qualsiasi allenatore. Il Balotelli di oggi no".

Conscio del passato, SuperMario ha però voglia di ricominciare e soprattutto grandi ambizioni: "Io posso fare molto di più. Però ci vuole tempo. In una scala da 0 a 10, io mi sono fermato a 5, ma piano piano al 10 ci arriverò. Perché ci voglio arrivare. Diventerò Pallone d’oro. Anche se mi rendo conto di aver fatto due anni della mia carriera dove potevo avvicinarmi al 10 e invece sono rimasto a 5".

Guarda anche: Mario Balotelli una ne pensa e cento ne fa

Un obiettivo irraggiungibile? Non secondo il calciatore: "Lo so, fa ridere, posso non aver fatto tutto l’indispensabile per essere il più forte, però l’importante è che l’ho capito e non è troppo tardi. Non voglio arrivare a fine carriera con il rimpianto di non aver fatto di tutto per diventarlo".

In bocca al lupo, Mario!

Mario Balotelli, che papà affettuoso! GUARDA IL VIDEO!

Loading the player...
Video di MarioBalotelli/Instagram


 
Ultime in Gossip
News correlate